(Racconto Erotico) Un bacio sapor piscio

(Racconto Erotico) Un bacio sapor piscio

Quello che mi eccita maggiormente nel sesso sono le sfide. Mi ritengo troia e vado in pre-allarme quando ne fiuto un’altra che vorrebbe in qualche modo superarmi.

Ma veniamo al racconto. Quel giorno mi trovavo dalla ginecologa per una visita. Quella stronza era impegnata e non si era preoccupata minimamente di avvertire. Mi ritrovai così, ignara, nel suo studio ad attendere in compagnia di un’altra ragazza. Nell’attesa infinita scambiammo quattro chiacchiere, si chiamava Laura.

Mi confidò di esser single e di non amare particolarmente gli uomini. Notai le provocanti scarpe con i tacchi rossi che calzava ma cercai di restare sulle mie. Passarono altri minuti di vana attesa. Iniziai a camminare per la stanza quando ad un tratto senti il suo piede sfregare sulla mia mutanda. Quella troia ci stava provando eccome!

lesbo pissing

Non ebbi troppo tempo per pensare che si mise inginocchiata a leccarmi la patata!

Eccitata dalla situazione e innervosita nel contempo dalla sua audacia eccessiva decisi di “punirla” pisciandole in bocca. Ma dopo un pò lei, imperterrita, riprese a slinguazzarmi la figa procurandomi l’orgasmo intenso. Ci baciammo. Poi lei disse:

”Aspetta ti faccio vedere una cosa”. Si mise  a pecorina sul divano senza mutrande e cominciò vergognosamente ad urinare. La sua pioggia dorata erogata senza alcun ritegno mi bagnò piedi e scarpe. Glieli porsi: ripulirli con la lingua era il minimo che potesse fare. La troia non si sottrasse di certo al compito e leccò minuziosamente.


ISCRIVITI SU PISSERIA !!! IL PRIMO SOCIAL-BLOG DEDICATO AGLI AMANTI DELLA PIOGGGIA DORATA (CLICCA QUI)



Poi però ne approfittò per usare la lingua anche nella mia spacca. Ormai ero arroventata dal desiderio! Le fistai la sorca, ormai totalmente fradicia, con due dita. Poi mi sedetti a cavalcioni su di lei. Con le medesime dita le rovistai il culo e, poco dopo, iniziai ad urinare copiosamente.

La piscia calda fece da lubrificante anale favorendo la fistata e colò anche in abbondanza nella vagina. Tremò tutta e raggiunse un orgasmo bollente dopodichè ci baciammo sensualmente al sapor di piscio.

Lascia un commento

Torna in alto